Blog

Food bloggers : qual è la strategia vincente?

I blog hanno dimostrato di essere una piattaforma straordinaria per i cuochi e per tutti coloro che, anche a livello amatoriale, amano la cucina e desiderano condividere le loro ricette con il mondo.

Sono migliaia i food-bloggers in tutto il mondo e molti, sia che si tratti di chef gourmet sia che si tratti di casalinghe (o casalinghi, perché no?) appassionati di arte culinaria, sono riusciti a far emergere il loro spazio virtuale acquisendo un numeroso e fedele seguito.

Ma qual è la strategia vincente di questi food bloggers di successo? Scopriamola insieme.

 

Ad ogni food blogger la sua nicchia

I blogger esperti di cucina che hanno il maggior numero di followers, sono sempre dei veri e propri esperti della loro specialità.

Qualunque sia il settore prescelto, questi bloggers hanno una padronanza assoluta della materia, fornendo ai loro “seguaci” ricette e video ricette sempre nuove e particolareggiate.

Prendete, ad esempio, Gaby Dalkin di “What’s Gaby cooking”; Gaby è una food blogger che ha quasi 24.000 fan su Facebook e 16.000 followers su Twitter e afferma che il segreto del suo successo sta tutto nel focalizzarsi sulla perfetta commistione tra cibo e vita californiana.

Gaby ci insegna la prima lezione che ogni aspirante food blogger deve seguire : mai scrivere contenuti per tutti perché si rischierebbe di scriverli per nessuno!

È necessario, infatti, produrre contenuti riconducibili a una nicchia specifica di pubblico, tenendo conto anche dei dati statistici e demografici del proprio target.

 

 

La passione prima di tutto

il blog di Christy Denney, “The girl who ate everything”, ha raggiunto i 2,5 milioni di visualizzazioni al mese e vanta 146.000 “likes” su Facebook.

Christy attribuisce il suo grande numero di lettori alla passione per il suo lavoro.

"La gente capisce se ciò che fai è frutto di passione o è solo un mezzo per guadagnare dei soldi”, dice Christy, "Se davvero ami il cibo, la tua passione farà arrivare il tuo messaggio alla gente."

La seconda lezione del perfetto food blogger, dunque, ci insegna che ,anche se è allettante, è importante non lasciarsi ossessionare dalla prospettiva di un possibile guadagno ma muoversi solo se si è mossi da vera passione. Non create mai contenuti solo per attirare gente con la speranza che questa porti un ritorno economico, ma fatelo per diffondere il vostro amore per il cibo e, a lungo andare, la vostra costanza e la vostra passione saranno ripagate.

 

 

Uitilizzare sempre una strategia social

Diversificare gli sforzi di marketing, è sempre una buona cosa, soprattutto se si punta ad acquisire una buona fetta di pubblico appassionato di cucina e cibo.

Potrebbe essere interessante e molto utile, affidarsi ad una strategia “mista” sfruttando i vari social networks e creando una sorta di sinergia tra di loro.

Instagram e Pinterest, ad esempio, sono un must per tutti coloro che operano nel mondo del food blogging; si tratta di social networks dove l’immagine la fa da padrone e dove le vostre creazioni culinarie possono trovare un ottimo riscontro di pubblico.

Per promuovere in maniera più veloce i nuovi contenuti del vostro sito, è buona norma usare Twitter, sicuramente il social più “rapido” che ci sia in circolazione che consente un’interazione immediata con i vostri followers.

Insomma, un food blogger che si rispetti, o un aspirante tale, deve conoscere bene il suo pubblico e capire come poterlo fidelizzare e stuzzicarlo con contenuti sempre nuovi e di sicuro impatto, senza lasciarsi andare alla tentazione dello “scrivere tanto per scrivere”.

 

Buona scrittura e...buon appettito!

 

 

Hai bisogno di trovare una strategia editoriale corretta per il tuo blog?

Rivolgiti a me!

Iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sui nuovi articoli!

DSstudio di Desirée Pucci
P.IVA 06618980483

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione. Per accettare e continuare la navigazione, clicca su "Chiudi".